11 Followers
6 Following
Arya

Locanda dei Libri

Currently reading

La regina di maggio
Theresa Tomlinson
Il Vischio E La Quercia: La Spiritualità€ Celtica Nell'europa Druidica
Riccardo Taraglio

Attenzione: questa saga crea dipendenza!!!

Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco: 1 - George R. Martin

"Il Trono di Spade" è il primo libro che ci promette una saga grandiosa, davvero epica: "Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco", ovvero il geniale frutto nato dalla penna di George Raymond Richard Martin!
Un frutto talmente stuzzicante da aver anche ispirato una serie televisiva statunitense firmata HBO (sceneggiata dallo stesso Martin), intitolata appunto Il Trono di Spade, Game of Thrones in lingua originale.

Con questo primo capitolo Martin ci trasporta nel suo mitico mondo medievale, dove le stagioni durano anche per intere generazioni, e ci dà solo un assaggio di tutto ciò che vi accadrà: intrighi, battaglie, amori, lotte per il potere, inganni e tradimenti, rapporti incestuosi, grande onore e slealtà nella stessa misura, coraggio e azione, magia antica, salde dinastie con segreti annessi e connessi, misteriose e agghiaccianti creature... dimentico qualcosa?
Ragazzi... c'è davvero tutto in questo libro e in quelli che verranno, tutto ciò che un amante dell'epic fantasy può desiderare.
Voglio aggiungere che in realtà io non l'ho trovato un romanzo prettamente di stampo fantasy, non aspettatevi i canonici elfi, streghe, gnomi, fate e quant'altro... quello che troverete in questo primo libro è un medioevo rivisitato, con condizioni climatiche e ambientazioni chimeriche.
Come scenario di tutti questi ingredienti l'autore ci regala un mondo diviso in due: le terre del Nord rette da Eddard Stark, lord di Grande Inverno... terre silvestri perennemente ricoperte da una coltre di neve, ruvide e vigorose come gli uomini che le abitano, e l'ostentato regno del Sud affacciato sul Golfo dei Naufraghi, sede di intricate cospirazioni, ginepraio di viscidi cortigiani. Due terre tanto diverse ma unite sotto una stessa corona, quella di re Robert di Casa Baratheon, sovrano dei Sette regni.
Molti romanzi con una trama così intricata e una sequela di personaggi che non finisce più, si perdono e si squagliano in una massa di pagine indecifrabili che non lasciano nulla, se non una gran confusione. Ma non è il caso de "Il Trono di Spade", perché lo stile narrativo di Martin è perfetto... egli riesce a rendere così facile e naturale l'accesso e il coinvolgimento nel mondo de "Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco"!!!
Il contenuto è tutto molto chiaro e comprensibile, il lettore è anche aiutato dai capitoli suddivisi in modo intelligente: ogni capitolo è dedicato alle vicende di un particolare personaggio, senza tuttavia perdere il filo della trama.
E vogliamo parlare dei personaggi? Io li ho trovati straordinari, probabilmente la vera forza di questa storia!
E' troppo facile creare soggetti buoni o cattivi, simpatici o antipatici, positivi o negativi.... Martin fa molto di più, lui va oltre e dà vita a personalità complesse, interessanti, perfettamente credibili: nessun eroe pronto a sguainare la spada e a salvare la dolce donzella, ma personaggi del tutto umani dotati di luci e ombre, molteplici sfaccettature tutte da scoprire capitolo per capitolo, romanzo dopo romanzo.
Se c'è una cosa che ho capito di questo autore, è che ci riserverà molte cose inaspettate!
Ho sentito parlare di una certa somiglianza tra "Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco" e l'universo tolkieniano.... io non azzarderei tanto; penso che si possano considerare due saghe effettivamente monumentali (in tutti i sensi!), ma molto diverse tra loro... lascerei proprio da parte questo discorso.
Da parte mia "Il Trono di Spade" è un libro veramente ben fatto, sotto tutti i punti di vista, e lo voglio calorosamente consigliare a tutti, non solo agli appassionati del genere fantasy.

 

"Mai, mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza, così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura, e non potrà mai essere usata contro di te."